Trasloco

Per chi ha seguito lacod@delgatto e per chi per la prima volta s’imbatte in queste pagine aggiungo un ultimo, ultimissimo post: le feline parole si sono trasferite su http://www.lacodadelgatto.blogspot.it Sarei onorato di avervi… Continua a leggere

Colpo di coda

Una risposta, che muovo con l’ultimo barlume di dignità rimasto, la devo – e non so nemmeno per quale considerazione altrui – a chi mi chiede le motivazioni della chiusura de la coda… Continua a leggere

Cala il sipario

“Io e te abbiamo esaurito i discorsi”: così l’ispirazione un giovedì di novembre ha abbattuto ogni ponte che univa la mia vita banale al suo sovrannaturale sublime, al quale tendevo, perché nel suo… Continua a leggere

Psiche

Nella vita fidati delle tue sensazioni e di quello che senti dentro, perchè solo così sarai sicuro di non sbagliare o almeno avrai la comprensione verso te stesso di esserti fidato del tuo istinto. Fidati… Continua a leggere

L’amore ai tempi di whatsapp

Io e te non abbiamo solo visto il tempo passare: lo abbiamo vissuto, molte volte anticipato ed altre sorpassato. Abbiamo vissuto quello che una coppia normale compierebbe in anni insieme, tu che “normale?!… Continua a leggere

MESSAGGI SUBLIMINALI XIII – fèisbùk edisscìon

Solo una parola

Dimmi una parola sola, che mi sfiori e che mi faccia muovere, io che quella parola cerco di trovarla e che mi faccia smuovere ora. E’ una richiesta d’aiuto, perché è troppo che… Continua a leggere

MESSAGGI SUBLIMINALI XII

   

“D”

D come dattiloscritto, come ogni pensiero che rivolgevo a te per le creazioni che ingegnavi, affinchè anche il resto delle persone a noi intorno potesse conoscere quanto tu ispiravi anche solo con un… Continua a leggere

Solo e nessuno

Ancora una volta le 4.00 del mattino. Anche oggi come tutti gli altri ieri. Fra un po’ sarà giorno e la città fuori inizierà a muoversi, come farò io, fingendo di alzarmi e… Continua a leggere

Dieci

Signora Italia, mercoledì 13 novembre 2013 celebrerò un compleanno particolare: compirò dieci anni e mi perdoni l’irriverenza ma credo di essere più maturo dell’età che mi ritrovo. Giovedì 13 novembre 2003 in piena… Continua a leggere

Eyes

Non puoi vederti. Conosci il tuo aspetto grazie agli specchi e alle fotografie ma là fuori nel mondo, mentre ti muovi fra gli esseri umani, che siano amici o estrani o i tuoi… Continua a leggere

4:00 a.m.

« Moby Dick non ti cerca. Sei tu, tu, che insensato cerchi lei!. » (Moby Dick, Cap. 135) Ogni notte mi trovo in un mondo tutto mio: alle quattro del mattino l’aria nella stanza e… Continua a leggere

Era un pomeriggio, era novembre

Ancora qualche giorno e sarà il tuo onomastico e poi ancora il tuo compleanno. Ancora qualche giorno e sarà quel pomeriggio di novembre e dodici gli anni io e te distanti. Quel giorno… Continua a leggere

Critica della ragion pratica mafiosa e della prevedibilità

Parigi/Milano/Firenze in treno e le due notti successive sono bastate a divorare le 450 pagine della letteratura nera a strisce bianche, quella della cocaina, del libero libro Zero Zero Zero di Roberto Saviano.… Continua a leggere

Sto qua

Quando sei nato e sei rimasto fino a venti anni ad Ariano Irpino, rimani di Ariano Irpino qualsiasi cosa tu faccia in seguito: potrai vivere a Milano e parlare meneghino, fuggire a Londra,… Continua a leggere

La primavera è lontana

In utero

Dopo tante sportellate mi sono convinto che le esperienze, le persone, i momenti che ricordiamo non li conserviamo solo in testa o meglio non stanno tutte e tutte insieme nella stessa zona del cervello: mi… Continua a leggere